Comunità Montana della Prealpi Trevigiane
news di lunedì 24 maggio 2004
ROLLE, PRIMO DOC TRA I BORGHI D'ITALIA
CISON DI VALMARINO - Il paesino cantato da Zanzotto entra fra i beni tutelati dal Fai, che finora aveva scelto solo monumenti.

Per la prima volta in Italia un borgo diventa punto Fai, e questo succede proprio per Rolle, che per la sua bellezza il grande poeta Andrea Zanzotto ha definito nei suoi versi una cartolina mandata dagli dèi.

Qui, Domenica 23 Maggio si è tenuta la presentazione ufficiale dell'iniziativa Rolle un Borgo Punto Fai, alla quale ha partecipato Marco Magnifico, direttore generale del Fondo per l'Ambiente Italiano. Con la propria presenza, il Fai regionale si prefigge lo scopo di favorire la salvaguardia e lo sviluppo compatibile di un territorio in cui la bellezza del paesaggio diventi insieme elemento di valorizzazione, di ricerca, di studio e di svago. E tutto questo attraverso la diretta partecipazione della popolazione residente e l'impegno di collaborazione con le istituzioni locali, dal Comune alla Provincia alla Comunità Montana, così da rendere corale ed efficace la realizzazione del progetto.

«Rolle punto Fai rappresenta in effetti una importante novità di rilievo nazionale per il Fondo Italiano per l'Ambiente spiega Enrico De Mori, coordinatore del comitato attivo in loco da un anno Fai che sino ad ora aveva privilegiato per questi interventi di tutela in particolare singoli beni artistici e ambienti naturali. Il progetto legato ad un contesto urbano e paesaggistico pressoché unico, come Rolle, può diventare a questo punto una sorta di apripista per altre iniziative simili nel resto d'Italia».

Fonte: Il Gazzettino

 

© 2002 by Stranoweb